Cucina 2017-04-28T09:48:42+00:00

TRATTORIA RAIEÜ

La nostra cucina

Al Raieü potrete gustare la tipica cucina ligure.
Le ricette mantengono l’autenticità del passato, conservando l’originalità dei piatti.
Gli ingredienti utilizzati (pesce, verdure, erbe, olio, ecc…) provengono dal mare e dalle colline circostanti il borgo, valorizzando così la cultura del mangiare a “Kilometro Zero”.
Inoltre rispettiamo la stagionalità delle materie prime, la “buridda di seppie alla lavagnina” ad esempio, ha la tipicità di essere cucinata solo ed esclusivamente con verdura di stagione: zucchine e melanzane in estate, carciofi in inverno.

Ristorante Trattoria Raieu
Ristorante Trattoria Raieu
Ristorante Trattoria Raieu
Ristorante Trattoria Raieu
Ristorante Trattoria Raieu
Ristorante Trattoria Raieu

Nel nostro ristorante ogni piatto ha una personalità ben precisa che lo rende unico. Ad esempio, il pesto, che noi stessi prepariamo, si distingue per il sapore autentico della tradizione regionale, seguendo la vera ricetta del pesto alla genovese, ricco di aglio. Le acciughe al limone sono caratterizzate dal perfetto equilibrio dei semplici ingredienti. La pasta è in gran parte preparata dalle sapienti mani della cuoca e delle sue aiutanti. La buridda di seppie alla lavagnina è uno dei piatti più caratteristici della nostra terra. Il pesce e i gamberi alla Raieü sono figli della grande tradizione del pesce alla ligure, come anche il fritto misto.

La cantina del Raieü dà la precedenza ai vini liguri, che nonostante non abbiano la fama di altri vini nazionali, offrono una buonissima qualità. Vini giovani ma capaci comunque di emozionare il palato soprattutto se abbinati ai cibi locali.
Partendo dalla Riviera Ligure di Ponente si può gustare il Pigato, prodotto dalle uve della piana di Albenga. I migliori Pigato sono generalmente coltivati in collina ad un altitudine di almeno 300 metri sul livello del mare.
La piana di Albenga offre anche il Rossese, un vino rosso rubino, fruttato, con sentori di rosa, lampone e fragola, decisamente piacevole anche accompagnato a pietanze a base di pesce.
La Riviera Ligure di Levante è anch’essa divenuta negli anni terra di apprezzatissime qualità di vini DOC quali il Vermentino, i cui vitigni si estendono nella gran parte delle colline rivierasche, la Bianchetta e il Cinque Terre. A differenza del Vermentino e della Bianchetta, il Cinque Terre non è un vitigno autoctono, ma bensì prodotto  con vitigni Bosco, Albarola e Vermentino. Sono vini dall’odore fine e delicato e dal sapore secco e pieno.
Una nota d’attenzione merita il Lievàntu, un altro vino DOC creato con stessi vitigni del Cinque Terre ma provenienti dalle colline di Levanto e dalle zone rivierasche dei comuni di Bonassola, Framura e Deiva Marina.
La peculiarità dei vini liguri è comunque il colore paglierino e il retrogusto amarognolo, secco e armonico.
Anche la Riviera Ligure di Levante offre vini rossi di pregevole qualità, quali il Canuet, anch’esso proveniente dalle colline di Levanto, e prodotto con uve selezionate di vitigni  Sangiovese, Ciliegiolo ed altri tipici di queste colline, o il Ciliegiolo in purezza dell’entroterra di Sestri Levante. Così come il Rossese, questi due vini rossi vengono prodotti per soddisfare anche le esigenze della cucina ligure a base di pesce.
Il Raieü non dimentica però i vini bianchi, rossi, rosè, frizzanti, dolci e passiti provenienti dalle altre regione italiane offrendo così un’ampia scelta anche a chi preferisse assaporare altri vini nazionali.

Il pesce che cuciniamo proviene interamente dal Golfo del Tigullio.
L’olio d’oliva e buona parte degli ortaggi sono prodotti nel terreno di proprietà di Carla e del marito Sandro sulle colline di Santa Giulia.
Sandro è ormai divenuto negli anni un esperto conoscitore dell’olio di oliva. Il prodotto ha raggiunto valori di acidità di 0,3 (0,8 grammi di acido oleico in 100 grammi di olio). L’olio di oliva si definisce extravergine se presenta un’acidità al massimo di 0,8.
Gli impervi terreni sui quali vengono coltivati gli ulivi, hanno indotto Sandro all’installazione di una monorotaia, la prima sinora nel Golfo del Tigullio.

Show Buttons
Hide Buttons